Home Scuola “Ottobre dei monumenti” a Formia: pubblicato il bando per le scuole

“Ottobre dei monumenti” a Formia: pubblicato il bando per le scuole

E’ on line sul sito istituzionale del Comune il bando per la presentazione dei progetti culturali
che animeranno l’edizione 2016 dell’”Ottobre dei monumenti”. Le iniziative
saranno rivolte agli studenti delle scuole e avranno l’obiettivo di promuovere
la conoscenza dei siti archeologici e di approfondirne la storia accompagnando
gli alunni in un affascinante viaggio nella Formia romana.

L’Avviso Pubblico per la manifestazione d’interesse definisce le attività che i progetti dovranno garantire:
performance e spettacoli teatrali, incontri pubblici, mostre, percorsi
artistici dedicati ai principali personaggi e avvenimenti della Roma antica che
si terranno presso i principali siti archeologici della città. Dal Cisternone
romano di Castellone ai Criptoportici della villa comunale, all’area
archeologica di Caposele o altri proposti dalle Associazioni. I progetti
dovranno prevedere anche iniziative da svolgersi in aula e potranno offrire
eventi destinati anche ad un pubblico adulto da realizzare in orario non
scolastico.

Possono partecipare al bando le Associazioni iscritte all’Albo
comunale che operino sul territorio e abbiano una specifica esperienza in campo
culturale. Le proposte dovranno pervenire in Comune entro e non oltre le ore 13
del prossimo 25 agosto.

“L’iniziativa – spiega l’Assessora alla Scuola Maria Rita Manzo –
si lega al concorso ‘La scuola adotta un monumento’ che ha già avvicinato i
ragazzi al tema dell’archeologia e al rispetto per il patrimonio storico,
artistico e culturale della nostra città. Abbiamo pensato di spostare la
manifestazione da maggio ad ottobre e di legarla al mondo della scuola in un
percorso di riscoperta che, attraverso la conoscenza della
storia di Formia e delle vestigia custodite nei millenni dal suo territorio, sia
in grado di offrire ai ragazzi un’opportunità formativa utile ad arricchire il
loro bagaglio culturale e a rafforzare il legame che hanno con le proprie radici”.