Home News Il secolo di Teresina, tra guerra e rinascita

    Il secolo di Teresina, tra guerra e rinascita

    La comunità di Esperia ha festeggiato i cento anni di zia Teresina.
    A nome dell’amministrazione comunale il sindaco Giuseppe Villani ha portato il saluto della comunità alla centenaria.
    Nata il 22 gennaio 1920, Teresina Penge è un’arzilla vegliarda, che nei giorni scorsi, in un noto ristorante locale, circondata
    dall’affetto della sua famiglia, di parenti e amici, ha celebrato il secolo di vita nel corso di una semplice ma significativa festa di compleanno.
    Sorridente e lucida, Teresina custodisce la memoria del paese di un secolo devastato dal ventennio fascista e culminato con la seconda guerra mondiale, giunta ad Esperia con la sua faccia più truce, che ha il turpe nome delle marocchinate.
    “Gli anziani sono la memoria storica di una comunità, un valore assoluto da custodire, sostenere, valorizzare, non solo in occasione festose come questa, ma sempre, nell’azione
    quotidiana. “Teresina” è memoria storica di eventi straordinari, anche tristi verificatosi sul nostro territorio e testimone di profondi cambiamenti sociali – ha sottolineato il primo cittadino – . A lei il nostro augurio più sincero ringraziandola per l’esempio che ha saputo dare a questa comunità che oggi la celebra come è giusto che sia per questo importante traguardo di vita”.