Home Comuni Pontecorvo – Il vicesindaco Rotondo: “Televenditrice? Lo prendo come un complimento, anche...

Pontecorvo – Il vicesindaco Rotondo: “Televenditrice? Lo prendo come un complimento, anche il premier è stato definito così”

IMG-20151014-WA0001Dura risposta del vicesindaco di Pontecorvo, Moira Rotondo, al capogruppo di minoranza di “Per Pontecorvo” Paolo Renzi.

Devo ammettere che alcune delle dichiarazioni sul post consiglio sono state esilaranti: apprendo che nel corso della discussione ci sarebbero stati addirittura passaggi da televendita. Come era ampiamente prevedibile, di fronte ad una posizione ferma e puntuale dell’amministrazione su di un tema particolarmente caldo, si invocano l’arroganza, la presunzione e la scarsa conoscenza della macchina amministrativa per giustificare invece quello che eufemisticamente è possibile definire solo come un grossolano errore da parte di un gruppo di minoranza ed una gravissima mancanza di rispetto per quella parte di elettorato che attendeva che si desse prontamente seguito a quanto condiviso in campagna elettorale – ha affermato il vicesindaco di Pontecorvo –  Aver dovuto approvare con il solo voto della maggioranza il primo regolamento riferibile alla partecipazione popolare non mi ha sorpreso: le singole posizioni dei consiglieri di minoranza sono note.  Leggendo della televendita mi sono venute in mente le prime conferenze stampa del premier Matteo Renzi, quelle con le slide. Anche in quel caso si parlò di televendita, con dichiarazioni di Mastrota che si diceva pronto a cedergli il posto. Lo prendo quindi come un complimento. Il regolamento rappresenta il primo passo verso la piena attuazione di una riforma costituzionale che attende da oltre un decennio di essere tradotta in atti concreti e fa entrare di diritto Pontecorvo in un’elite di Comuni italiani all avanguardia.Non mi importa di aver dovuto alzare la voce per evidenziare un’evidente incoerenza della controparte. Sono pronta a rifarlo ogni qualvolta si renderà necessario“.