Home Cassinate Pignataro Interamna/Arriva il Commissario Prefettizio. Chi è Ernesto Raio

Pignataro Interamna/Arriva il Commissario Prefettizio. Chi è Ernesto Raio

E’ il vice prefetto, dottor Ernesto Raio, il Commissario straordinario che assumerà i poteri del sindaco e della giunta di Pignataro Interamna, sospesi dalle cariche il 28 settembre scorso, a seguito dell’applicazione della legge Severino dopo la condanna ad un anno di reclusione – pena sospesa – in relazione all’indagine per la gestione dell’autovelox.

Il decreto, che individua la figura di Ernesto Raio, è stato firmato ieri dal Prefetto di Frosinone, Sua Eccellenza Emilia Zarrilli.

Rimane al suo posto, invece, il Consiglio comunale.

Consiglio comunale che si svolgerà questa mattina, alle 11,30, nel palazzo municipale, per la prima volta, nella storia recente, senza primo cittadino a presiederlo.

Secondo il regolamento, avrebbe potuto presiederlo il consigliere comunale più anziano, Luigi Carlomusto, ma, molto probabilmente, con l’arrivo del Commissario prefettizio, la seduta si svolgerà sotto la sua presidenza.

All’ordine del giorno un argomento che non desta particolare preoccupazione: il regolamento per gestire la concessione degli impianti sportivi del paese, ma il Consiglio di questa mattina desta comunque particolare attenzione, proprio per l’insediamento del Commissario che arriverà da Frosinone.

CHIE’ ERNESTO RAIO
Il dottor Ernesto Raio, dirigente dell’Ufficio elettorale della Prefetturale, ha già svolto lo stesso incarico nel Cassinate, nel comune di Pontecorvo, molto più grande di Pignataro e con problematiche ben più complesse, all’indomani della caduta del sindaco Michele Notaro Sirianni, nel luglio del 2014. Dal 2009, ha inoltre svolto l’incarico di Commissario del Prefetto nelle grosse città ciociare di Anagni, per due volte, di Sgurgola e Torrice. Inoltre, ad incarichi analoghi era già chiamato in svariati comuni della Campania e della Calabria, ricoprendo altresì l’incarico di componente delle commissioni straordinarie di ben cinque comuni sciolti per condizionamenti della criminalità organizzata.
Di recente, è stato commissario ad acta presso il Comune di Cassino per l’esecuzione della sentenza del Consiglio di Stato relativa al contenzioso Acea/Comune.

Intanto, il sindaco sospeso, Benedetto Mario Evangelista, insieme al suo vice Rita Di Giorgio e all’assessore Enrico Tiseo, hanno impugnato la condanna e sono pronti a andare avanti per dimostrare davanti alla legge la loro innocenza. “Siamo sereni e rispettosi della legge, ma abbiamo incaricati i nostri legali di impugnare la condanna”, ha spiegato Evangelista.

Pronta a controllare tutte le carte l’opposizione guidata da Benedetto Murro.

Ma perturbazioni sarebbero in atto anche all’interno del gruppo di maggioranza, che, al di là della solidarietà espressa nelle ore immediatamente successive alla notifica della sospensione delle cariche e dell’interdizione dai pubblici uffici nei confronti del sindaco e della giunta, starebbe già pensando ad una riorganizzazione.

[Nella foto, il sindaco sospeso Benedetto Evangelista]