Home Cassino Imbarazzante a chi? Se la politica rilascia “patenti di credibilità”

Imbarazzante a chi? Se la politica rilascia “patenti di credibilità”

di Giuseppe Sebastianelli, consigliere comunale di Cassino:

“Non sapevamo che il consigliere Enzo Salera rilasciasse “patenti” di credibilità”: Giuseppe Sebastianelli liquida così le parole dell’ex assessore comunale di Cassino che ha definito “imbarazzante” la Giunta del sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

“Imbarazzante mi sembra piuttosto il fatto che, mentre la Regione Lazio si costituisce a favore della realizzazione dell’impianto di compostaggio a Piedimonte S. Germano, il centro sinistra di Cassino si preoccupa di offendere un’amministrazione legittimamente eletta dal popolo. Eppure, noi, dall’insediamento del Consiglio, da giugno, ne abbiamo trovati molti di motivi di imbarazzo e ci siamo rimboccati le maniche per riparare ai danni lasciati dalla precedente amministrazione. Ci aspetteremmo rispetto, noi e i cittadini che democraticamente ci hanno eletti”, ha dichiarato Giuseppe Sebastianelli.

“Imbarazzante – ha aggiunto Sebastianelli – mi sembra far passare lo “spalma debiti”, che è una legge dello Stato italiano, come una sua invenzione. Forse Salera si prepara a prendere il posto d Petrarcone ed è in cerca di visibilità?”.

“Mi rendo inoltre conto che Salera – nel 2011 nominato “assessore tecnico” – è alla sua prima esperienza politica in Consiglio comunale, ma deve imparare velocemente che gli unici a rilasciare “patenti”, in merito alle doti politiche, sono i cittadini, così come quelle professionali vengono attestate solo grazie ai clienti. Il veleno che ha espresso in questi giorni serve forse a confondere la cittadinanza, che invece sa bene che il sindaco non ha neppure fatto in tempo ad indossare la fascia che ha dovuto fare i conti con il problema acqua, dovuto a scelte politiche troppo poco decise e serie”.

“Lo invito perciò a rivedere il suo giudizio e a modificare la terminologia per parlare della giunta D’Alessandro e del Consiglio comunale di Cassino.