Home Politica Il sindaco di Castelforte diffida Acqualatina: “Si rischia la rivolta”

Il sindaco di Castelforte diffida Acqualatina: “Si rischia la rivolta”

Dopo le forti proteste dei giorni scorsi in merito al disagio dovuto alle continue e, quasi sempre improvvise interruzioni del flusso idrico, che hanno determinato danni sia ai cittadini di Castelforte che alle attività economiche presenti nel territorio e dopo le prime iniziative del Sindaco Giancarlo Cardillo sia in sede di assemblea dei sindaci nel corso della quale ha chiesto e ottenuto insieme agli altri colleghi il rinvio dell’approvazione del bilancio e dopo la delibera adottata dalla Giunta Comunale contro l’esecuzione di distacchi/riduzioni del flusso idrico in situazioni di morosità, questa mattina, anche a seguito di una ulteriore ingiustificata e non comunicata nuova interruzione dell’erogazione dell’acqua, il Sindaco Giancarlo Cardillo ha firmato una formale diffida ad Acqualatina.

Il Sindaco Cardillo, infatti, ha diffidato Acqualatina affinché provveda all’esatto adempimento dell’obbligazione di fornitura dell’acqua pubblica, quale bene essenziale al cittadino. Il Sindaco, quindi, con decisione ed interpretando i sentimenti dell’intera popolazione della Città di Castelforte ha anche comunicato che nel caso del continuo protrarsi di questa situazione, ai sensi degli artt. 1454 e 1460 del codice civile, “si provvederà, ad interrompere l’obbligazione di pagamento del corrispettivo del servizio sino a quando non tornerà regolare l’erogazione dell’acqua potabile”. Inoltre con la stessa diffida, inviata tramite raccomandata a.r. il Sindaco ha fatto presente ad Acqualatina che se “non porrà rimedio a tali disservizi, verrà interessata la competente A.G., sia per ciò che attiene eventuali condotte penalmente rilevanti, che profili di responsabilità contrattuale, ai quali seguiranno azioni risarcitorie in sede civile”.

Inoltre, sempre questa mattina, il Sindaco ha informato il Prefetto di Latina dello stato della situazione a Castelforte e delle azioni intraprese con preghiera di intervenire in merito evidenziando che la popolazione è sempre più esasperata tanto da minacciare l’attivazione di forme di protesta più articolate che poi sarà necessario, probabilmente, fronteggiare anche dal punto di vista dell’ordine pubblico.

 

“L’atteggiamento e il comportamento di Acqualatina -dice il Sindaco Giancarlo Cardillo- è intollerabile. La popolazione è esasperata e tutto quanto sta accadendo in questi giorni è l’esatta copia di quanto accade puntualmente ad ogni estate. Possibile che i guasti alle linee dell’acqua potabile si verifichino sempre in estate? Credo che su questa storia sarà necessario un serio approfondimento con le debite verifiche che dovranno essere condotte con precisione e puntualità per capirne le ragioni profonde”.