Home Cassino Cassino2016/Sebastianelli: “Ritorno in politica con D’Alessandro e vi spiego perché”

Cassino2016/Sebastianelli: “Ritorno in politica con D’Alessandro e vi spiego perché”

“Ritorno in politica e ricomincio dai cittadini. Lo faccio dopo un periodo di “panchina”, comprensibile nella vita di ognuno di noi. E ritorno accanto ad un candidato sindaco, Carlo Maria D’Alessandro, che raccoglie in sé le caratteristiche che deve avere il primo cittadino di una città importante come Cassino. D’Alessandro è infatti una persona per bene e non è solo uno slogan, non è portatore di interessi personali o particolari e propone un programma per migliorare la nostra città. Il punto più qualificante consiste nella decisa presa di posizione sulla necessità di rendere la gestione dell’acqua comunale in tutto il territorio di Cassino, al centro e in periferia, e di non svendere il nostro acquedotto”.

Durante l’incontro con i cittadini, avvenuto in un noto ristorante di Cassino, Giuseppe Sebastianelli ha ricevuto la visita di Carlo Maria D’Alessandro. Insieme, hanno concordato sul fatto che il palazzo municipale sarà sempre aperto ai cittadini, che potranno finalmente rivolgersi direttamente al loro sindaco: “Quando non saremo in Comune, saremo nelle piazze, tra le persone, per ascoltare, lavorare e risolvere i problemi reali”.

sebastianelli e d'alessandro

Quindi, Carlo Maria D’Alessandro ha riconosciuto a Giuseppe Sebastianelli il buon operato che ha contraddistinto la sua azione amministrativa nelle passate legislature e ha ammesso di averlo voluto al suo fianco e in particolare nella lista collegata direttamente al candidato sindaco, “Io e te”: “Sebastianelli non vive di politica, perciò rappresenta il valore aggiunto in termini professionali e di esperienza, di cui questa città ha bisogno”, ha detto D’Alessandro.

Perché votare la coalizione capeggiata da D’Alessandro? “Perché innanzitutto è riuscito a mettere insieme un centro destra unito e appoggiato da liste civiche, quasi un unicum in Italia. Inoltre, i suoi candidati sono tutti uomini e donne liberi, e liberi di sostenere il suo programma. Due peculiarità, queste, che non si possono riscontrare nelle altre colazioni che si sono formate per provare ad arrivare al secondo turno, facendo “strani” accordi. Noi, invece, facciamo patti solo con i cittadini. Negli altri schieramenti, inoltre, c’è chi pensa di cambiare colore alla nostra città, dimenticando anche il codice della strada: a noi i colori di Cassino piacciono così, il nostro impegno sarà quello di migliorarla, perché noi siamo orgogliosi di averla una città come Cassino, rinata sulle macerie che hanno il colore del sacrificio della gente”, ha puntualizzato Sebastianelli.

“Questa campagna elettorale, come le altre, confermerà il mio sentimento che i cittadini attraverso il loro voto non consentiranno di unire il potere politico al potere economico e finanziario”, ha ribadito.

Citando De Gregori, infine, Sebastianelli ha rimarcato i “segni particolari” apposti sulla sua carta d’identità: lo stemma di Cassino stampigliato nel cuore.