Home Cassino Cassino 2016/ Carlo Maria D’Alessandro incontra i pendolari

Cassino 2016/ Carlo Maria D’Alessandro incontra i pendolari

Carlo Maria D Alessandro continua il giro per i quartieri della città. Un fine settimana tra la gente della popolosa frazione di Sant’Angelo, venerdì Antridonati, sabato Selvone e Sant’Angelo e ieri sera Fontanarosa. Il candidato sindaco sta ascoltando la gente, confrontandosi sulle problematiche e le criticità quotidiane. Pensionati, anziani, giovani e studenti, mamme e persone che vivono Cassino quotidianamente ogni giorno che non hanno mai trovato una risposta.< La gente vuole parlare, sono anni che chiedono aiuto e nessuno li ascolta. Hanno ottenuto solo false promesse e porte sbattute in faccia. Questo non  è il trattamento giusto, le persone vanno rispettate e un buon amministratore deve essere in grado di saper ascoltare e trovare una soluzione per dare risposte. La gente paga le tasse e ama questa città ma non si sente più a suo agio a viverla come un tempo. Gente che ha figli, famiglia e attività a Cassino e che viene considerata solo quando servono croci sulla scheda elettorale- ha spiegato un energico  D Alessandro, il sindaco che ascolta i cittadini. Una visione concreta per una Cassino da rilanciare. <La settimana scorsa abbiamo fatto il giro di tutti i quartieri. Abbiamo riscontrato particolare interesse da parte dei pendolari e per questo questa mattina siamo rimasti dalle 5 davanti la stazione per parlare con loro. In questi giorni dal centro alle periferie tutti  hanno potuto dirmi liberamente quello che non va e quello che va migliorato. Se c’è un disagio o una criticità noi vogliamo saperla per poter trovare la soluzione e porre la parola fine> con decisione e tenacia D Alessandro prosegue la sua corsa elettorale. Nonostante il maltempo sono state centinaia le persone intervenute per i comizi, incontri organizzati per presentare programmi e progetti e per capire cosa è più urgente fare una volta arrivati al palazzo di piazza de Gasperi. Martedì D’Alessandro con il suo gazebo sarà davanti lo stabilimento Fca, per ascoltare gli operai, per capire se c’è qualcosa che non va, per confrontarsi con chi si alza ogni giorno da anni con la paura della Cig e che spera nel successo della Giulia per poter riprendere a lavorare a pieno ritmo. Nessuno viene lasciato indietro da D’Alessandro e visto che non è facile per tutti trovare il modo per parlare è lui che raggiunge i cittadini.