Home News Il sindaco Cardillo avrà uno sfidante il 26 maggio… ma non ha...

Il sindaco Cardillo avrà uno sfidante il 26 maggio… ma non ha ancora nome

“Una comunità orgogliosa di se stessa, che ama il proprio paese e si rivolge al futuro con occhi nuovi”. Si presenta con questi intenti il comitato elettorale “VivAusonia”, che però ancora non svela il nome del candidato a sindaco che il prossimo 26 maggio sfiderà il sindaco uscente Benedetto Cardillo per la conquista della fascia tricolore.

Riunioni fiume si susseguono da giorni, ancora, a quanto pare, senza esito: non sono ammessi errori d’altra parte, in un paese in cui si è creduto, quasi, che non ci sarebbe neppure stata un’alternativa all’amministrazione uscente. 

“Il comitato nasce per iniziativa di un gruppo civico di cittadini che, con spirito di servizio, hanno a cuore le sorti del proprio territorio e grazie al supporto del Circolo del Partito Democratico di Ausonia, del gruppo consiliare di minoranza, di forze civiche provenienti dalla società civile e di protagonisti delusi dall’amministrazione uscente”, affermano congiuntamente il capogruppo di minoranza Maria Letizia Casatelli e il segretario dem Benedetto Zegarelli.

“Da tempo è stato avviato un processo aggregativo e partecipativo che ha prodotto tante adesioni e che, nei prossimi giorni, porterà alla presentazione di un soggetto elettorale civico in vista delle prossime elezioni comunali. Abbiamo aggregato tutti coloro che sentono la necessità di guardare al futuro con uno spirito nuovo, segnando una netta discontinuità con il recente passato. Si parte dal collettivo, dalla dinamica del “noi”. Sul tavolo alcuni temi fondamentali per il futuro di questo territorio e che l’amministrazione Cardillo evita accuratamente di affrontare: parleremo della mancanza di lavoro, nonostante tutte le promesse elettoralistiche, della carenze dei servizi essenziali come ad esempio il decoro urbano, la pulizia delle strade e la manutenzione ordinaria sia nei centri urbani che nei luoghi periferici del nostro comune, della gestione del patrimonio comunale e della falsa programmazione propagandata per cinque anni e ancora in questi giorni. Con passione ed entusiasmo lanciamo la nostra sfida a Cardillo, fiduciosi che tanti altri si uniranno a noi in questo percorso”.