Home News Cassino – A S. Nicola il “mostro telefonico” ora è realtà

    Cassino – A S. Nicola il “mostro telefonico” ora è realtà

    Riceviamo e pubblichiamo:

    Nulla più è come prima: l’ennesimo scempio è stato realizzato nella nostra bella città, nel quartiere di San Nicola. L’antenna telefonica è stata posizionata e campeggia su tutto il cassinate e la valle dei santi.

    Feci bene il 30 giugno 2016, il giorno dopo l’insediamento del Consiglio comunale, a convocare i cittadini della zona per far conoscere al sindaco e all’assessore il timore della ipotesi – ora purtroppo diventata realtà – della installazione di un traliccio di trenta metri. A quella riunione però fui presente soltanto io: sindaco e assessore avevano altri impegni ma ora capisco che non volevano ostacolare la realizzazione del mostro telefonico.  Ora versano lacrime di coccodrillo. Il Tar ha dato ragione alla ditta, laddove l’assessore aveva rassicurato i cittadini che il tribunale amministrativo  chiedeva documentazione ulteriore e dunque i lavori si sarebbero fermati.

    Accadeva tutto il contrario e oggi quel mostro è visibile in tutto il cassinate: oltre a creare un campo elettromagnetico, l’antenna che sorge tra l’altro vicino alle abitazioni ha depauperato un territorio bellissimo che di certo non aveva bisogno dell’antenna, frutto prima dell’incuria dell’amministrazione Petrarcone, poi dell’inerzia dell’attuale amministrazione. Un pensiero va anche al proprietario del terreno: ha rovinato la sua terra.

    La vicenda dell’antenna di San Nicola ricorda il caso Fiotech: dopo essere stata annunciata la conferenza dei servizi, abbiamo assistito ad uno scarica barile tra sindaco e Regione. In mezzo i cittadini, che subiscono scelte scellerate.

    Adesso capisco anche perché manca ancora il regolamento comunale relativo alle antenne! Se ha il coraggio, ora, il sindaco, insieme ai suoi assessori, inauguri pure l’antenna di San Nicola, visto che ama tanto indossare la fascia per celebrare l’accensione delle luci o la piantumazione dei fiori.

    Il consigliere comunale Giuseppe Sebastianelli