Perchè le punte delle ortensie si seccano? Come risolvere il problema

Le ortensie sono delle piante molto amate per via dei loro fiori colorati e al tempo stesso giganti, eppure non è impossibile delle volte scoprire come le foglie e i fiori stessi possano presentare punte secche e delle volte anche accartocciate. Ebbene, questo è il segnale che qualcosa non sta andando come dovrebbe, per cui la prima cosa da fare è quella di individuare il problema e poi cercare di risolverlo.

Ortensie
Ortensie

E’ importante tenere conto del fatto che una delle prime cause che porta a questo problema è relativo al fatto che la pianta sta ricevendo troppa acqua e infatti le ortensie devono ricevere una quantità di acqua giusta cosi che il terreno possa sempre restare umido al punto giusto ma non troppo bagnato e infatti se il terreno è troppo secco, potrebbe non assorbire i nutrienti necessari. Quindi, il consiglio è quello di annaffiare in modo regolare l’ortensia controllando sempre quella che è l’umidità del terreno.

Ma non finisce qua, quando la pianta si trova in casa è sempre il caso di provare a nebulizzare dell’acqua un paio di volte al giorno, tenendola lontana dalle fonti di calore e magari anche in una zona ombreggiata per una maggiore umidità.

Un secondo fattore che potrebbe creare questa situazione è quello legato all’uso di fertilizzanti troppo aggressivi, le ortensie hanno in genere bisogno di un fertilizzante liquido, gli stessi che se non sono diluiti in modo adeguato possono anche arrivare bruciare le radici della piante e a danneggiare la chioma. Il consiglio è quello di interrompere l’uso degli stessi e se serve anche cercare di rinvasare la pianta con del terriccio nuovo.

Ancora, terzo elemento critico è quello che riguarda la chioma della pianta, chi conosce l’ortensia sa che è particolarmente frondosa e che questo può di fatto impedire una giusta circolazione, ebbene il problema può di fatto causare un principio di asfissia impedendo alle fogli di respirare nel modo giusto. Per cui il consiglio è quello di sfoltire sempre la chioma cercando di rimuovere quelle che sono le foglie basali senza esagerare e poi assicurarsi che le ortensie nelle aiuole siano piantate ad una distanza adeguata.

Infine, anche l’ambiente è importante: le ortensie vanno sistemate in un luogo semi ombreggiato, dove possono ricevere luce non diretta, per capirci meglio non devono mai essere esposte al sole in modo diretto e per periodi prolungati, per cui se l’ortensia si trova a casa è sempre bene posizionarla vicino ad una finestra luminosa, mentre se si trova all’esterno, il consiglio è che possa sempre godere di ombra parziale specialmente nelle ore calde della giornata. Un fattore di cui tenere conto è anche l’umidità presente nell’aria, nel caso in cui l’ambiente sia troppo secco, si potrebbe utilizzare un umidificatore o nebulizzare la pianta. E’ importante che ci sia un livello di umidità adeguato.

POTREBBE INTERESSARTI