Come coltivare aglio sul balcone di casa: trucchi e segreti

Come coltivare aglio sul balcone di casa – Se vuoi avere una coltivazione di aglio fatta in casa senza trattamenti e senza cose chimiche sei nel posto giusto. Vediamo qui come è possibile avere una coltivazione di aglio sul balcone di casa.

L’aglio è un alimento molto versatile che viene utilizzato ogni giorno in cucina per preparare moltissimi piatti. Senza l’ aggiunta dell’ aglio le pietanze non hanno lo stesso gusto ed è quindi presente in moltissime ricette. Vediamo qui come piantare l’aglio e come coltivarlo nel migliore dei modi.

Come coltivare aglio sul balcone di casa – ecco tutto i trucchi ed i segreti

Come coltivare aglio sul balcone di casa: trucchi e segreti

L’aglio è una pianta originaria delle steppe dell’Asia Centrale, ma è conosciuta ed utilizzata in tutto il mondo. Coltivarla è molto facile e il suo gusto e profumo decisi lo rendono un ingrediente base per molte ricette. Per qualcuno non è digeribile nella casa digestiva, qualcun altro ci rinuncia per il l’alito che lascia al respiro dopo il suo consumo. Pero consumarlo e coltivarlo è molto importante per via delle sue tante proprietà benefiche. È uno dei più potenti battericidi naturali, è espettorante antisettico, ipotensivo. Facilita la circolazione e depura il sangue, è ricco di vitamine e di sali minerali.

Coltivare l’aglio in vaso, in casa o sul balcone di casa, è una cosa molto semplice che richiede poco spazio e poche cure. In particolare, l’aglio si pianta in autunno e basta uno spicchio, assolutamente bio e non trattato, per cominciarne la sua coltivazioen. Il periodo migliore per iniziare la coltivazione dell’aglio va da ottobre a marzo: ottobre nelle regioni con climi temperati e marzo nelle regioni con climi più rigidi.

L’aglio non ha bisogno né di un vaso particolare né di un terreno speciale, ma l’unica accortezza è che non ama i ristagni di acqua.  Per cui è meglio che questi non si formino mai. Come coltivazione va annaffiata per due volte a settimana fino all’arrivo dell’estate.
L’aglio è poi pronto quando gli steli verdi diventano gialli e secchi di solito in piena estate. Solo a questo punto sarà possibile estrarre i bulbi dalla terra e poi vanno lasciati all’aria aperta per circa un paio di settimane fino a quando l’involucro esterno non diventa in consistenza simile alla carta. A questo punto il nostro aglio coltivato in casa è pronto per essere utilizzato nelle nostre ricette.

POTREBBE INTERESSARTI