Home Cassino La comicità della farsa napoletana torna al Teatro Manzoni

La comicità della farsa napoletana torna al Teatro Manzoni

La “*Scuola di Attori*” del Centro Universitario Teatrale di Cassino chiude l’anno con uno spettacolo dai toni
allegri e spassosi tipici della farsa napoletana, tornando sul palcoscenico
del Manzoni con l’opera di *Anna De Santis* “*Nun se vere luce*”.

Il sipario si alzerà ancora una volta su un’ambientazione popolare, in
un’atmosfera quotidiana e realistica, dove situazioni e personaggi
stravaganti daranno vita a intrecci comici al limite del grottesco. Gli
allievi del Cut, diretti da *Giorgio Mennoia* e *Antonio Lauritano*,
faranno riassaporare il gusto dell’ironia, dell’esasperazione e del
folklore partenopeo, interpretando personaggi di fantasia ma credibili e
verosimili seppur eccessivi. Come la tradizione della farsa impone, lo
spettacolo provvederà al fondamentale bisogno umano di alleviare i guai
dell’esistenza con momenti di riso spensierato.

Il debutto è previsto la sera del *19 dicembre *nella sala di piazza Diamare.

La storia scritta da Anna De Santis si svolge in un “*vascio*” di Napoli
dove viva la coppia di Ciro e Filomena insieme alla giovane figlia
Immacolata. Tristi e sconsolati per aver dovuto lasciare la loro graziosa
casa al Vomero, Ciro continua a deprimersi per il mancato lavoro e le
crescenti difficoltà familiari mentre l’ingegnosa e astuta moglie
architetta piani per risollevare le sorti di casa. Le ristrettezze
economiche verranno affrontate e superate grazie a proficui inganni amorosi
con protagonisti la giovane Immacolata, ingenui e ricchi giovanotti e furbe
comari complici. Il quadro rappresentato segue alcuni *classici **cliché*:
dalla sottile astuzia femminile alla semplicità di giovani uomini poco
avvenenti, dall’ottusa arroganza dei ricchi signorotti alla scaltrezza di
uomini miserabili e irriverenti, dalle trappole amorose all’eterna
contrapposizione del povero disgraziato al ricco prepotente.

Ancora una volta *l’estremizzazione* è la chiave di lettura dello
spettacolo che viene interpretato in *dialetto* seguendo gli schemi tipici
del genere della farsa con esplosioni costanti di *battute*, *sberleffi*,
*inganni* e *doppi sensi*. *«I **personaggi sono spesso vere e proprie
caricature* – spiega il direttore artistico del Cut Mennoia – *e mostrano
al pubblico una personalità ben definita, nel bene e nel male, senza mai
tradire la loro indole da subito manifesta nel corso dei due atti**»*. Il
cast composto da *15 attori* andrà in scena sul palco del Manzoni insieme
agli *allievi del corso di canto scenico*. Un percorso musicale curato dal
Maestro Lauritano accompagnerà così l’intera durata della messinscena, in
alternanza ai dialoghi sempre sopra le righe e vivacizzati da una
gestualità spesso esagerata ed esilarante. *«**Il Cut di Cassino ha voluto
realizzare uno spettacolo che mettesse insieme molto degli aspetti
disciplinari del percorso didattico della “Scuola di Attori” *– racconta il
responsabile organizzativo *Marco Mattei* –* da quello attoriale a quello
musicale a quello dell’espressione corporea**»*. La farsa debutterà lunedì
19 dicembre alle ore 21,00 al Teatro Manzoni di Cassino in piazza Diamare
regalando al pubblico due ore piacevoli e spassose seguendo il *leitmotiv* “*la
nostra salvezza… si toglie ai ricchi per dare ai poveri!*”.

*Farsa dialettale* scritta da Anna De Santis in scena lunedì *19 dicembre*
presso il *Teatro Manzoni* in piazza Diamare a Cassino, alle *ore 21,00*

*Regia*: Giorgio Mennoia e Antonio Lauritano

*Messa in scena* a cura del Centro Universitario Teatrale di Cassino

*Cast*: Adriano Niro, Leda Panaccione, Teresa Recchia, Antonella
Notarangelo, Stefania Gigante, Palmira Carcione, Marcello Nuzzolo,
Francesco D’Aliesio, Gianfranco Rotondo, Jonis Reale, Silvia Scafa,
Massimiliano Abbate, Sergio Paglioli, Giulio Marotta, Paola Spallino

Con gli allievi del corso di Canto Scenico del Cut

*Percorso musicale*: Antonio Lauritano

*Direzione organizzativa*: Marco Mattei

*Trucco*: Maria Albina De Rosa

*Parrucco*: Anna Pittiglio

*Costumi*: Giuseppina Russo

*Foto di scena*: Annibale Di Cuffa

*Riprese video*: Stefano Imperato

*Info e biglietti*: 329 616 7254