Home Economia Frosinone diventa area complessa di crisi. E la politica esulta

Frosinone diventa area complessa di crisi. E la politica esulta

“Voglio ringraziare Il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda che oggi ha firmato il decreto che riconosce il Sistema Locale del Lavoro di Frosinone come area in situazione di crisi industriale complessa con impatto significativo sulla politica industriale nazionale. Continua il nostro impegno concreto e vero per essere vicini ai cittadini della provincia di Frosinone. Si tratta di un provvedimento importantissimo che completa un percorso iniziato in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico tre anni fa e ora giunto a conclusione. Questo riconoscimento – previsto anche nel Patto firmato a maggio con il Premier Renzi – è un’importante opportunità per l’economia e per il mondo del lavoro della Ciociaria, un’area per la quale peraltro assieme al Mise siamo già intervenuti promuovendo l’accordo di programma del 2013. La firma del decreto rende possibile una nuova serie di interventi per il rilancio dello sviluppo di un settore del nostro territorio da tempo in difficoltà ma che ha grandissime potenzialità di crescita”.

Lo dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“La firma del decreto, siglata oggi dal Ministro dello Sviluppo Economico Calenda, che riconosce il Sistema Locale del Lavoro di Frosinone come area in situazione di crisi industriale complessa è una notizia importante: attraverso tale riconoscimento ministeriale, giunto anche grazie all’impegno della Regione Lazio, si aprono possibilità per l’accesso a determinati finanziamenti e sgravi per le imprese, fondamentali per il rilancio economico del nostro territorio”. Lo dichiara in una nota l’Assessore Regionale, Mauro Buschini.

“Il provvedimento – ha spiegato Buschini – frutto di un percorso intrapreso tre anni fa dal Presidente Zingaretti con il Ministero dello Sviluppo Economico e previsto anche nel Patto per il Lazio siglato dalla Regione con il Premier Renzi, è un’occasione di rilancio fondamentale. Testimonia, inoltre, che la buona politica e la filiera tra Istituzioni nell’esclusivo interesse dei territori e dei cittadini, garantisce risultati considerevoli: sono convinto che la Provincia di Frosinone saprà cogliere a pieno le molteplici opportunità legate a questo decreto che potrà determinare un impatto positivo per l’economia e l’occupazione”.

Esprimo grande soddisfazione per la firma del decreto regionale  che riconosce il Sistema Locale del Lavoro di Frosinone come area in situazione di crisi industriale complessa con impatto significativo sulla politica industriale nazionale. Un provvedimento che ConfimpreseItalia ha richiesto e perorato più di chiunque altro perché indispensabile per la nostra provincia. Un ringraziamento in particolare lo rivolgo al Presidente della Regione Lazio, on. Nicola Zingaretti, e al Ministro dello Sviluppo Economico, on. Carlo Calenda, con cui ho avuto modo di parlare direttamente, per aver accolto le istanze del territorio”, ha  affermato il presidente di Confimprese Italia Guido D’Amico. 

“Un provvedimento importante che apre opportunità di rilancio per la nostra provincia e per il suo sistema produttivo e industriale. Un sentito ringraziamento al ministro Calenda e al Governo Renzi per l’attenzione che hanno voluto rivolgere al nostro territorio”.

E’ quanto afferma il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo.

“In un momento storico di difficoltà come quello che stiamo vivendo, per affrontare la grave crisi in atto occorrono risposte forti e concrete come può essere appunto il riconoscimento dell’Area di crisi complessa che può attivare iniziative e strumenti idonei a rilanciare il tessuto economico e sociale e dare risposte reali alla domanda di occupazione a livello locale”

“La Provincia di Frosinone – ha concluso Pompeo – già nei mesi scorsi, sia attraverso il Comitato per lo Sviluppo, sia con una specifica deliberazione del Consiglio, aveva fortemente richiesto alla Regione Lazio e al Ministero il riconoscimento di questa opportunità, ecco perché non possiamo che accogliere con favore il provvedimento del ministro, auspicando che possa tradursi in azioni concrete per il  rilancio della nostra terra”.

 

Anche il vicepresidente della Provincia con delega alle attività produttive Andrea Amata saluta positivamente il provvedimento adottato dal ministro Carlo Calenda:

“La crisi economico sociale che investe il nostro territorio esige risposte straordinarie e non palliativi che rischiano solamente di prolungare l’agonia in atto. Pertanto abbiamo espresso più volte l’improrogabile necessità di decretare l’Area di crisi complessa del nostro territorio al fine di attivare strumenti che agevolassero la ripresa delle attività produttive e così favorire un virtuoso processo economico con effetti occupazionali espansivi. Mi auguro che nella prossima Legge di Stabilità il Governo inserisca risorse a sostegno del reddito dei tanti lavoratori estromessi dal sistema produttivo sul presupposto della conclamata crisi complessa della provincia di Frosinone”.