Home Casertano Maxi operazione dei CC: smantellata la staffetta di eroina dalla Domitiana a...

Maxi operazione dei CC: smantellata la staffetta di eroina dalla Domitiana a Pontecorvo

 

Stamane all’alba, a conclusione di una lunga e articolata attività investigativa finalizzata al contrasto dell’illecito traffico di stupefacenti del tipo eroina avviata nell’ottobre 2014 e coordinata dalla Dr.ssa Antonella Cantiello della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Pontecorvo, comandati dal Maggiore Imbratta e dal Tenente De Lisa, con il supporto dei Comandi dell’Arma territorialmente competenti, hanno eseguito ad Aquino, San Giovanni Incarico, Castrocielo e Castelvolturno un’ordinanza con la quale il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso misure coercitive personali nei confronti di 6 indagati che avevano materialmente realizzato una rete di smercio insediata nel basso frusinate che si avvaleva di un canale d rifornimento attestato lungo il litorale Domitio di Castelvolturno.

L’attività d’indagine (convenzionalmente denominata “OFF” – termine con il quale veniva abitualmente indicata l’eroina) è stata avviata dai Carabinieri nell’ottobre 2014 a seguito dell’ennesimo sequestro di eroina (circa 13 grammi) operato nei confronti di 2 giovani pontecorvesi che si erano approvvigionati della droga, acquistata da soggetti extracomunitari gravitanti lungo il litorale domitio,  destinata ad alimentare il mercato locale degli stupefacenti. Lo sviluppo dell’attività consentiva successivamente di accertare l’esistenza di un canale di approvvigionamento dell’eroina attivato tra la Campania e il basso Lazio. La particolare attività di contrasto derivava essenzialmente dalla necessità di contenere le tragiche conseguenze del traffico di eroina, rilevate a seguito dei casi di overdose registrati nel territorio della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo e sostanziate soprattutto con il decesso di un pontecorvese 35enne.  Nel contesto delle operazioni gli investigatori riuscivano a trovare utili riscontri direttamente riferibili al narcotraffico monitorato,  procedendo complessivamente all’arresto in flagranza di due giovani pontecorvesi, al deferimento di  12 giovani stabilmente residenti nel territorio del basso frusinate, nonché al sequestro di 50,00 grammi di eroina, quantitativo corrispondente a circa 200 dosi.  Le investigazioni, condotte con servizi di pedinamento, osservazione e controllo, consentivano l’identificazione del fornitore in un extracomunitario 39enne di nazionalità ganese,  clandestinamente dimorante in Italia e gravitante sul litorale Domitio di Castelvolturno.  Il lavoro risultava particolarmente complesso sia per la scaltrezza dei soggetti coinvolti sia per il particolare contesto ambientale caratterizzato da una situazione contestuale particolarmente variegata, degradata e connotato dal controllo territoriale continuativamente esercitato dai sodalizi criminosi dediti al narcotraffico e insediati lungo il litorale casertano.  Il trasporto dello stupefacente da parte degli acquirenti/spacciatori avveniva, sovente, utilizzando anche soggetti compiacenti che disimpegnavano vere e proprie staffette finalizzate ad eludere i meticolosi controlli predisposti lungo le principali arterie di collegamento tra la provincia campane e il frusinate.

L’Ordinanza coercitiva eseguita nella mattinata ha consentito:

–          l’arresto di un 33enne di Aquino, associato alla casa Circondariale di Cassino e di  un 26enne di San Giovanni Incarico, sottoposto agli arresti domiciliari;

–      la sottoposizione all’obbligo di dimora nel comune di residenza ed all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria di  un 28enne di Aquino, di un 46enne di Aquino  e di un 32enne di Castrocielo.