Home Cronaca Domani pomeriggio i funerali di Nino Gargano

Domani pomeriggio i funerali di Nino Gargano

Si terranno domani pomeriggio alle 16,30 nella chiesa di S. Margherita a Coreno Ausonio i funerali di Nino Gargano, morto all’improvviso all’età di 61 anni questa mattina nella sua abitazione, dove intanto è stata allestita la camera ardente.

Si susseguono intanto i  messaggi di cordoglio del mondo civile, economico e politico di cui Gargano è stato importante protagonista.

IL DOLORE DEL COSILAM

In una simile circostanza non ci sono parole per poter descrivere adeguatamente la figura del Direttore Generale. Antonio Gargano è stato il punto nevralgico del Cosilam, l’anima di un consorzio che grazie al suo impegno è riuscito a diventare un punto di riferimento assoluto del Lazio meridionale.

Ma prima ancora Antonio Gargano è stata una guida, un punto di riferimento, un uomo perbene e corretto che ha aiutato consigli di amministrazione e dipendenti in ogni momento. È stato un uomo su cui si poteva contare sempre non solo sotto il profilo lavorativo, ma anche sotto l’aspetto umano con grandi slanci di generosità.

La notizia della sua prematura scomparsa ha sconvolto tutti noi che siamo rimasti attoniti nell’apprendere quanto accaduto nella mattinata di oggi.

In questo difficile momento tutti noi ci uniamo al dolore della famiglia del Direttore Gargano cui vanno le nostre più sentite condoglianze.

Ci impegneremo affinché una figura così importante che ha dato tanto a questo territorio non venga mai dimenticata.

LE CONDOGLIANZE DEL PRESIDENTE DELLA PROVICIA ANTONIO POMPEO PER LA SCOMPARSA DI NINO GARGANO

Sono sgomento per l’improvvisa scomparsa del caro amico Nino Gargano. Partecipo al dolore della sua famiglia e di quanti gli hanno voluto bene. Rappresento le condoglianze della Provincia di Frosinone.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DI CONFIMPRESE ITALIA, GUIDO D’AMICO

Un uomo perbene, un professionista intelligente e competente, un amico vero ed insostituibile. Nino Gargano era tutto questo: un uomo con il quale si parlava di tutto. Non soltanto del lavoro ma anche e soprattutto della vita. Ha dato molto alla politica, che per lui più che un impegno è stata sempre una “passione”. E in tutti i ruoli che ha ricoperto non si è mai risparmiato: il primo ad entrare e l’ultimo ad uscire in ufficio. Ma in questo momento il pensiero va alla sua famiglia, che adorava. A me mancherà il Nino di tutti i giorni, con il quale ho condiviso gioie e delusioni. Mai perdendo di vista, però, i valori veri della vita.

Ciao Nino, mi mancherai. Mancherai a tutti.