Home Cassino Cassino – Trenitalia condannata a risarcire i pendolari bloccati nella neve del...

Cassino – Trenitalia condannata a risarcire i pendolari bloccati nella neve del 2012

treno

Trenitalia condannata a risarcire per danno esistenziale i pendolari del treno regionale Roma – Cassino rimasto bloccato sui binari a causa della neve caduta tra il 2 e il 3 febbraio 2012. Tra di loro c’è anche una persona di Cassino, rappresentata davanti al Giudice di Pace di Cassino Dott. Tudino,  dall’avvocato Mercedes Galasso. Una sentenza, quella pronunciata qualche giorno fa importantissima, che conclude una vicenda giudiziaria sorta all’indomani dei fatti. Come si ricorderà, infatti, il 2 febbraio 2012, la neve cadde copiosamente sulla città di Roma e su tutto il basso Lazio, coinvolgendo anche la tratta ferroviaria Roma- Cassino. Di fronte all’allerta meteo e all’intensificarsi della neve nella capitale e alle notizie poco confortanti che giungevano dal frusinate, molti lavoratori pendolari di tutto il Cassinate decisero di lasciare prima i posti di lavoro, uffici, scuole, ministeri, per dirigersi verso la stazione Termini e salire sul primo convoglio utile e tornare a casa, prima che la situazione peggiorasse.

E peggiorò eccome. La cassinate, che ora si è vista riconoscere il danno,  quel giorno salì sul primo treno utile delle ore 14,40 e giunse a destinazione dopo 23 ore. Dal 3 febbraio, lei e i suoi compagni di viaggio, infreddoliti, digiuni, in condizioni fisiche precarie, tanto che molti dovettero fare ricorso all’ospedale appena giunti a Cassino, costretti ad andare in bagno nella neve durante la notte, non sapevano che quel treno sarebbe arrivato nella stazione di Cassino solo il 4 febbraio alle 13,45.  Ventitré interminabili ore di viaggio, che costarono a moltissimi anche la beffa di Trenitalia che rifiutò in prima battuta la trattativa stragiudiziale con i passeggeri dei treni regionali, la maggior parte dei pendolari cioè.