Home Cronaca Poste aperte solo 3 giorni: disagi a Castelnuovo

Poste aperte solo 3 giorni: disagi a Castelnuovo

Anziani costretti a “bivaccare” fuori dall’ufficio postale di Castelnuovo Parano, perché lo sportello non è disponibile tutti i giorni e dentro non si può entrare per via delle disposizioni anti Covid.

L’indisponibilità quotidiana causa lunghe file di persone praticamente all’addiaccio, in estate al sole, e ora esposte al freddo e alla pioggia, perché tutte le richieste si concentrano nei pochi giorni di apertura dell’ufficio.

Il sindaco in persona Oreste De Bellis, stanco di assistere alla stessa scena, si è fatto portavoce dei disagi dei clienti di Poste Italiane e ha scritto alla Direzione generale di Roma, alla Direzione di Frosinone e per conoscenza al Prefetto Sua Eccellenza Ignazio Portelli.

“Per fronteggiare la situazione – ha spiegato De Bellis – ho messo a disposizione un locale comunale adiacente per permettere agli utenti di aspettare al chiuso il loro turno, ma è privo di accesso alla posta, quindi la la gente comunque resta fuori”.

Nella missiva, dunque, il sindaco di Castelnuovo Parano chiede il ripristino dei servizi erogati dall’ufficio tutti i giorni della settimana e precisa: “Prima dell’emergenza Covid l’apertura era garantita tutti i giorni feriali sei su sei e l’ufficio era molto frequentato, anche perché sul territorio non esistono servizi bancari o bancomat. Attualmente, invece, l’ufficio è aperto solo tre giorni alla settimana, il martedì, il giovedì e il sabato, provocando notevoli disagi ai cittadini. Ricordiamo a Poste Italiane che l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un locale adiacente, ma sta all’azienda completare i lavori di competenza per renderlo davvero funzionale  e fruibile ai propri clienti”.

Oreste De Bellis chiede inoltre il potenziamento dell’ufficio del paese. In particolare, auspica l’installazione di uno sportello Postamat e la realizzazione del servizio wi-fi.