Home Cronaca Persone sospette nella valle dei santi: tre fermati a S. Ambrogio

Persone sospette nella valle dei santi: tre fermati a S. Ambrogio

Persone “sospette” nella Valle dei Santi, ma i cittadini non si lasciano sfuggire niente. Fermati dai Carabinieri tre giovani di nazionalità rumena residenti a Foggia nel comune di Sant’Ambrogio sul Garigliano.

Da tempo, molte famiglie del territorio composto da tanti piccoli e collegati paesi, dove tutti conoscono tutti e di tutti si sa con quali macchine si muovo, con chi sono imparentati e come si muovono, sono in contatto costante tra di loro, anche grazie ai moderni strumenti tecnologici, per segnalare, denunciare, insomma avvertire tutti della presenza di automobili sospette, di furgoni che di tanto in tanto si aggirano immotivatamente soprattutto nelle remote zone di campagna, all’oscuro da occhi indiscreti.

L’ultima autovettura che è passata per le strade di Sant’Ambrogio sul Garigliano, perciò, non è passata inosservata.

I cittadini che l’hanno notata mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate del piccolo paese hanno immediatamente allertato i Carabinieri della stazione di Sant’Apollinare guidata dal maresciallo Francesco Sica con il coordinamento della Compagnia di Cassino.

Una volta intercettata l’automobile, i militati, che sono prontamente accorsi sul posto segnalato dai residenti, hanno effettuato un approfondito controllo dal quale è emerso innanzitutto che i tre giovani che occupavano l’autovettura, un ventenne, un ventisettenne ed un trentatreenne, tutti di nazionalità rumena residenti nella città pugliese di Foggia, erano tutti già censiti per reati contro il patrimonio e la persona.

I tre, inoltre, non sono stati in grado di giustificare la loro presenza nel piccolo centro della valle dei santi.

I Carabinieri hanno quindi avanzato nei loro confronti la proposta per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Sant’Ambrogio sul Garigliano  per tre anni.