Home Sud Pontino Pendolari Minturno-Roma: preoccupati anche i comuni “ciociari del sud”

Pendolari Minturno-Roma: preoccupati anche i comuni “ciociari del sud”

Pur se appartenenti alla provincia di Frosinone e sentendosi cassinati a tutti gli effetti, per molti pendolari dei comuni dei monti Aurunci risulta da sempre molto più facile raggiungere Roma dalla stazione di Minturno.

Per questo, anche il sindaco di Coreno Ausonio, Domenico Corte, si unisce alle preoccupazione del collega di Minturno, a proposito dei ventilati cambiamenti di orario dei treni da e per la capitale, che tuttora passano per la piccola ma importantissima stazione.

“Ti ringrazio, a nome dell’Amministrazione Comunale e dei cittadini di Coreno Ausonio, per aver inviato la dettagliata nota all’Assessore alla Mobilità della Regione Lazio e a Trenitalia,in cui hai espresso le preoccupazioni non solo dei cittadini del tuo comune ma di un ampio territorio, che abbraccia due regioni e tre province, tra cui anche il nostro paese”, si legge nella lettera di Corte.

“Sono d’accordo con te – ha scritto il sindaco di Coreno all’omonimo di Minturno – quando affermi che la Stazione di Scauri-Minturno rappresenta un punto strategico per tantissimi pendolari provenienti da un vasto territorio e pertanto, sono fin d’ora disponibile ad intraprendere quelle iniziative che si  riterranno necessarie ed opportune per scongiurare ed evitare i tagli previsti nel nuovo Piano Orario ferroviario in corso di elaborazione”.

Il Comune di Coreno Ausonio si dice perciò pronto a scendere in campo per abbracciare eventuali azioni congiunte per scongiurare l’ipotesi di soppressione di corse o di cambi di fasce orarie che non garantirebbero migliaia di lavoratori ogni giorno.