Home Primo Piano Il “virus con la corona” spiegato ai bambini dell’asilo di S. Giorgio...

Il “virus con la corona” spiegato ai bambini dell’asilo di S. Giorgio a Liri

Perché la scuola è chiusa? I bambini della scuola dell’infanzia paritaria di San Giorgio a Liri lo hanno chiesto alla loro coordinatrice Maria Rosaria Guida. Che ha provato a dare una risposta.
La maestra ha spiegato con una “storiella” cosa sta succedendo. I bambini quindi, da casa, hanno mandato alla loro maestra dei disegni sul Coronavirus.
“Io mi sono commossa. I bambini mi hanno dimostrato che sono talmente affiatati che anche a distanza è possibile stare vicini”.

“Ho raccontato loro che la scuola è chiusa perché c’è un giro un virus cattivello che fa ammalare tante persone. Chi lo incontra si ammala. Ma questo virus è davvero cattivo e si sente il re di tutti i virus, infatti ha indossato una corona, per questo lo chiamano Coronavirus. Nessuno riesce a fermarlo, ad arrestarlo, neppure i Carabinieri. Ora, abbiamo scoperto che se noi stiamo in casa, non andiamo a fare spesa, in palestra, in piscina, a danza, a calcio, al bar, probabilmente il virus si sentirà talmente solo che scapperà via. Possono sconfiggerlo intanto i dottori e gli infermieri che salvano la vita tutti i giorni alle persone che si sono ammalate, ma non dobbiamo affollare gli ospedali. Anche la scuola deve restare chiusa, perché lui arriva a farci ammalare se ci vede tutti uniti. Però possiamo sentirci al telefono, possiamo parlare a distanza”.

Appena il tempo di prendere colori e matite e i bambini hanno risposto alla maestra con dei disegni incredibili: protagonista naturalmente il virus con la corona che si può sconfiggere obbedendo ad una regola, restare a casa. E poi lavarsi le mani e farle lavare ai genitori quando rientrano a casa dopo la giornata di lavoro.