Home Politica Gettoni di presenza per il sociale: “Adesso neanche un euro”

Gettoni di presenza per il sociale: “Adesso neanche un euro”

I gettoni di presenza sono al centro dell’ultima querelle politica di Coreno Ausonio.

Il consigliere di “Paese nuovo” Francesco Lavalle ha infatti rilevato:

“Nella seduta del consiglio sul bilancio di previsione 2021 abbiamo constatato amaramente che il capitolo di bilancio n. 3022 con dicitura devoluzione gettoni di presenza del consiglio comunale e della giunta  per interventi sociali prevede un’entrata di 0 euro. Come mai l’amministrazione Costanzo non conferma l’idea del fondo sociale, soprattutto in questo periodo di pandemia internazionale da Covid-19? Eppure l’attuale sindaco e  il suo vice sei anni fa, quando sedevano sui banchi dell’opposizione, rinunciarono all’indennità dei gettoni, proponendo di  istituire un fondo sociale e invitando noi maggioranza e il sindaco a rinunciare e devolvere allo stesso fondo le nostre indennità di carica e  accusando il sindaco Corte di prendere lo stipendio dal comune. Adesso che è sindaco, Costanzo rinnega le sue idee e proposte fatte quando era all’opposizione  e percepisce lo stipendio e l’indennità da sindaco, quindi due stipendi (anche se uno dimezzato), al contrario di Corte che percepiva solo l’indennità. Anzi, ad essere più precisi, l’amministrazione Costanzo il fondo sociale Covid-19 lo ha istituito, ma le donazioni le devono fare volontariamente i cittadini attraverso un conto corrente postale!
Noi del gruppo “Paese Nuovo” siamo per le indennità di carica per sopperire alle spese e restiamo coerenti con le nostre idee finalizzate al bene del  nostro bel paese, siamo per la politica dei fatti non dell’apparenza, perché noi non usiamo il comune come un trampolino di lancio per altri luoghi”.