Home News “Consiglio baby dimenticato a Coreno”: l’opposizione bacchetta il sindaco

“Consiglio baby dimenticato a Coreno”: l’opposizione bacchetta il sindaco

“Consiglio comunale baby: il sindaco Costanzo ha dimenticato l’importante organismo, espressione della democrazia e della partecipazione dei giovanissimi alla cosa pubblica, inaugurato dalla passata amministrazione Corte e, quando gli chiediamo se e quando intende rinnovarlo, risponde elencando le attività che noi già facevamo!”.

Il consigliere comunale di minoranza Francesco Lavalle, dal 2009 impegnato nella istituzione e nella crescita del Consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi insieme ai delegati Gaetano Di Vito e Michele Costanzo, si dice amareggiato e preoccupato della “fine” che a Coreno ha ormai imboccato  l’organismo.

“Dall’albo pretorio non si evince alcuna convocazione ufficiale, come da regolamento necessaria, del Consiglio baby dall’insediamento della nuova maggioranza risalente al maggio 2019. Eppure a gennaio risulta una richiesta di finanziamento ad hoc inoltrata alla Regione Lazio senza – dobbiamo pensare – aver convocato i piccoli interessati e aver ascoltato le loro esigenze. A questo punto ho scritto al sindaco per avere delucidazioni, ma la risposta ottenuta mi lascia alquanto perplesso. Costanzo, infatti, scrive che “la convocazione del Consiglio baby avviene in maniera on line su due gruppi chat, dove sono presenti sia i consiglieri  che i relativi genitori”. Purtroppo devo notare che non si conosce neppure il regolamento che impone convocazioni cartacee in base all’articolo 6 comma 4, alla stregua di quanto avviene per i Consigli comunali degli adulti. Quanto alle chat di cui parla il sindaco, le conosco bene e anche lì non risultano convocazioni di Consigli. In tutti i casi, il risultato non cambia e la posizione dell’attuale amministrazione rispetto a questo organismo è chiara: l’interesse è solo apparente. Il Consiglio baby sarebbe dovuto essere convocato nell’ottobre 2019 per permettere la surroga dei baby consiglieri uscenti, dunque non è accettabile il fatto che Costanzo annunci che a novembre prossimo sarà convocato: due ragazzi hanno perso per sempre l’occasione di sedere nell’organismo e questa possibilità è stato loro tolta dal Comune. Consigliamo inoltre all’amministrazione, se proprio non può fare a meno dei social, di formalizzare chat e gruppi vari”.

Il consigliere di opposizione chiede infine al sindaco che anche la minoranza abbia notizia delle future convocazioni del baby consiglio.

“Ma la superficialità del sindaco – conclude Lavalle – non finisce qui e nella sua risposta sfiora il paradosso quando elenca le attività che la passata amministrazione Corte ha effettuato per i più piccoli come il cineforum, la lettura dei libri e il torneo di calcetto. Visto che la sua risposta termina con un anonimo “eccetera”, posso ricordargli io le altre attività messe in campo da noi e che lui ha dimenticato. Ma ha ragione sono troppe, innumerevoli più che numerose, come “Raccontiamo i libri letti”, corsi di cucina, la merenda passeggiando, il concorso scolastico, la giornata dell’albero e dell’ambiente”.