Home Valle dei Santi Ausonia, è bagarre sulla gestione del campo da calcio

Ausonia, è bagarre sulla gestione del campo da calcio

Gestione del campo da calcio di Ausonia: Pd contro Fi, palla al centro, anzi al sindaco Cardillo.

LA POSIZIONE DI FORZA ITALIA

Il Coordinatore di Fi Gianfranco Vannicola, ribadendo pieno appoggio alla scelta circa la gestione esterna dell’impianto sportivo, ha però voluto vederci chiaro, così ha girato i dubbi dei democrat al sindaco. Cardillo, insieme al suo vice Tartaglione, rappresentante Fi, ha spiegato: “A questa Amministrazione non è giunta notizia di lamentele avanzate dalle Società Sportive del paese sui  costi per la fruizione del campo sportivo. E’ agli atti un verbale sottoscritto dalla Società Insieme Ausonia dalla Società ASD Ausonia e da questa Amministrazione nelle persone dei due Presidenti e del sottoscritto, nella quale sono le stesse due Società a stabilire il contributo da riconoscere alla Società Concessionaria per l’uso del campo”. Si deve forse intendere che ora il Pd di Ausonia si fa portavoce delle società? Ma su questo Forza Italia attacca: “Il circolo ha menato gran vanto di avere in giunta un proprio rappresentante nella persona dell’assessore Colacicco: sarebbe stato politicamente corretto che l’istanza fosse passata per il suo tramite ricorrendo agli strumenti politici riconosciuti dallo Statuto comunale”. Quanto alla gestione del campo, nessun dubbio da parte di Fi sulla condotta del sindaco: “La scelta di dare in gestione la struttura è stata dettata dall’esigenza di sgravare il bilancio comunale da tali costi, inoltre il Comune non può per legge sopportare spese per l’utilizzo di strutture sportive come imposto dalla Corte dei Conti. Il contributo richiesto è in linea con le spese effettivamente sostenute per la gestione: in altre parole, la Società concessionaria non ci guadagna”.

LA POSIZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO, FIRMATARIO DELLA RICHIESTA DI CHIARIMENTI AL SINDACO

Il PD chiarisce la sua posizione, attraverso il coordinatore locale Alessio Casale. “Il sindaco Cardillo ha risposto alla nostra richiesta con una lettera sui social che ricostruisce la storia degli ultimi anni di gestione del campo. Ma ci aspettiamo ben altro – ha spiegato Casale  – ovvero un incontro con tutte le parti in causa; del resto su questa richiesta abbiamo già raccolto il sostegno dell’assessore Colacicco e di altri consiglieri di maggioranza”.

Quindi la risposta di Cardillo non vi basta?, abbiamo chiesto a Casale.

“Noi valutiamo positivamente gli interventi di miglioramento realizzati recentemente, ma poniamo il problema di rendere economicamente fruibile l’impianto anche ad altre società sportive a carattere “dilettantistico” del Comune di Ausonia e di garantire lo svolgimento di eventi storici”.

L’obiezione che viene mossa al Pd è che la struttura ha dei costi di gestione e questi vanno divisi per le società che ne fanno uso. “Innanzitutto non si può mettere sullo stesso piano la società sportiva concessionaria che gestisce il campo 365 giorni l’anno con altre Asd che lo utilizzano solo per le partite in casa. Poi anche le altre strutture pubbliche hanno costi di gestione e allora cosa facciamo? Mettiamo i tornelli ai parchi gioco pubblici? “In una politica attenta al sociale il rapporto con i cittadini si fonda su un patto chiaro, tasse in cambio di servizi: se invece le tasse servono solo a sostenere la spesa pubblica e i servizi diventano tutti a pagamento, il rapporto diventa difficile”, ribadisce Casale.

Messa così quella del Pd potrebbe sembrare un’azione ostile nei confronti della Polisportiva Insieme Ausonia, che ha in concessione il campo. “Tutt’altro – spiega Casale – . Io e molti tesserati valutiamo molto positivamente l’attività sportiva portata avanti dalla Polisportiva Insieme e dal gruppo imprenditoriale che la sostiene. Chiediamo, però, che l’Amministrazione gestisca la convenzione tutelando la parte debole, ovvero le altre associazioni sportive e i cittadini che dispongono di limitati mezzi economici”.

A questo proposito, il sindaco sostiene che adesso i bambini di Ausonia possono beneficiare della scuola calcio gratis e che il torneo a rioni avrà costi ridotti del 50%. “Diciamo che andiamo a fiducia – la posizione del Pd – . Poi però giudichiamo i fatti, e i fatti dicono che la maggior parte dei ragazzi che, negli anni passati, facevano scuola calcio ad Ausonia ora hanno scelto di andare altrove. Fino a qualche anno fa c’erano almeno otto squadre nelle varie categorie e invece, all’inizio della prossima stagione, ne saranno rimaste forse due. Infine, per quanto riguarda il torneo rionale, il comitato che lo organizzava non esiste più e, ad oggi, abbiamo solo notizie vaghe sull’eventuale edizione 2016”.

Infine la stoccata politica. “Fa piacere venire a conoscenza di un coordinamento cittadino di Forza Italia, del quale ignoravamo sia l’esistenza. Fa meno piacere leggere l’identità di vedute in merito tra il sindaco e Fi”.

Romina D’Aniello