Home Pontecorvo Carnevale di Pontecorvo, il sindaco pensa ad un’altra sfilata in primavera

Carnevale di Pontecorvo, il sindaco pensa ad un’altra sfilata in primavera

“Orgoglioso dei miei concittadini che hanno dato prova di grande maturità. Avevo chiesto un divertimento sano e responsabile, così è stato. Abbiamo festeggiato senza eccessi, senza abusi, senza problemi di ordine pubblico, senza criticità. Ne ero certo. Ringrazio tutti i pontecorvesi e con loro le migliaia di visitatori arrivati nella nostra città”. Il sindaco Anselmo Rotondo tira le somme di un evento che si conferma straordinario, annunciando che il Comune è intenzionato a fare il bis per consolidare e promuovere una festa che merita più di una singola domenica. “Stiamo valutando la data più opportuna, ma certamente faremo il bis” conclude. Rotondo ha chiesto un minuto di silenzio, proprio nel momento topico del corteo, per onorare il ricordo della piccola Noemi, scomparsa prematuramente e di Luca, il giovane vittima dell’incidente di San Valentino. “Quando sono andati via erano entusiasti. I membri della giuria che ha valutato i carri sono rimasti affascinati dalla magnificenza delle opere realizzate dai nostri maestri” commenta l’assessore Katiuscia Mulattieri, che ha voluto in giuria solo docenti esperti di arte e di tecnica (tre insegnanti dell’Artistico di Cassino e tre dell’Istituto Superiore di Pontecorvo). “La riuscita del Carnevale è merito dei nostri concittadini che in migliaia hanno partecipato mascherati al corteo e dei carristi, che quest’anno si sono davvero superati. Ma anche merito – conclude l’assessore – di una macchina organizzativa avviata nei tempi giusti e che abbiamo assistito e sostenuto giorno dopo giorno, risolvendo ogni problematica con tempestività e con uno spirito di collaborazione reciproca”. Pontecorvo ha onorato la sua festa popolare più famosa. Tutto è andato come da programma, dal primo all’ultimo minuto di una domenica di festa, ma comunque impegnativa per chi ha lavorato dietro le quinte. “Non ci sono state sbavature. Organizzazione perfetta. Viabilità scorrevole, collegamenti garantiti, nessuna criticità di ordine pubblico. Il nostro piano – dice Gaetano Spiridigliozzi, vicepresidente della Asm, la municipalizzata che per conto del Comune ha curato per il terzo anno consecutivo gli aspetti tecnici, organizzativi e finanziari del Carnevale – si è rivelato all’altezza della situazione, grazie anche alla preziosa collaborazione dei carabinieri, dei vigili urbani e dei volontari della protezione civile”. L’amministrazione comunale si ritroverà presto con i carristi per confrontarsi sulla opportunità di ripetere la sfilata, presumibilmente in primavera.

In foto il carro primo classificato.