Home Frusinate Ambiente/Ceccano: Pozzi conformi alla legge. Il sindaco aveva vietato di usarli

Ambiente/Ceccano: Pozzi conformi alla legge. Il sindaco aveva vietato di usarli

“Parametri conformi alla normativa vigente”. È questo il dato rassicurante venuto fuori dalle analisi delle acque dei 5 pozzi privati, per i quali con l’Ordinanza n. 41 dell’aprile scorso, il Sindaco, Roberto Caligiore, ne aveva chiesto il controllo. Un’azione voluta dal primo cittadino con tutto lo scrupolo necessario “al fine di rimuovere la situazione di incertezza” che si era creata, nella contrada di Colle San Paolo, nell’area che tra la SS. Monti Lepini è a ridosso con il Comune di Frosinone, e che l’Arpa Lazio aveva cautelativamente ritenuto a rischio. Allertato il Settore Ambiente, che in base a valutazioni di carattere tecnico aveva individuato i 5 pozzi da sottoporre ad analisi, al fine di preservare la tutela della salute dei cittadini e riservandosi di adottare soluzioni definitive a seguito delle rilevazioni effettuate, il Sindaco aveva prima vietato di attingere acqua nella zona per scopi alimentari, irrigui e zootecnici e immediatamente ordinato di procedere alle operazioni necessarie per il prelievo delle acque da far analizzare. I risultati, presentati in conferenza stampa alla presenza del primo cittadino, Roberto Caligiore, del Consigliere delegato all’Ambiente, Alessandro Savoni, del Responsabile del Settore Ambiente, Arch. Frank Ruggiero e del Geom. Camillo Ciotoli, hanno di fatto accertato la piena conformità dei campioni analizzati a quella che è la vigente normativa. A curare le analisi è stato il Parco Scientifico e Tecnologico del Lazio Meridionale di Latina, meglio noto come Pa.L.Mer., che è la società consortile a cui, nel basso Lazio, è delegato lo sviluppo di attività mirate alla gestione della ricerca, nonché azioni – come nel caso specifico dei 5 pozzi – volte alla tutela ambientale. Grande accuratezza quindi da parte dell’Amministrazione comunale nell’assicurare questa azione di monitoraggio, che conferma come “sensibilità ed attenzione alle tematiche ambientali saranno un continuum – ha tenuto a precisare il Sindaco Caligiore – che andremo a concretizzare coordinandoci in maniera efficiente con gli altri organismi”. “D’altra parte – hanno ribadito sia il Sindaco, che gli altri relatori in conferenza – un risultato ora raggiunto grazie all’interesse mostrato dalla nostra Amministrazione, riguardo ai problemi ambientali, ha permesso finalmente al Ministero dell’Ambiente di convocare per il prossimo 26 maggio, un tavolo tecnico istruttorio” al quale parteciperanno tutti gli agenti istituzionali del territorio. Anche il Consigliere, Alessandro Savoni, che ha confermato di vedere di buon grado “lo sviluppo di un sistema di controlli ancora più capillare, rispetto a quanto messo in campo negli anni passati”.