Home Cassino Ciacciarelli: No all’accorpamento del distaccamento della Polizia di Cassino

Ciacciarelli: No all’accorpamento del distaccamento della Polizia di Cassino

Monta la protesta per il paventato accorpamento del Distaccamento della Polizia Stradale di Cassino con la Sottosezione della PS autostradale di Cassino.

Il Vice presidente del senato, On. Maurizio Gasparri, sollecitato dal consigliere regionale Mario Abbruzzese e dal coordinatore provinciale di Forza Italia frosinone Pasquale Ciacciarelli ha trasmesso una interrogazione scritta al Ministro dell’Interno per scongiurare tale accorpamento, anche alla luce di oggettivi riflessi negativi che si avrebbero sull’attività di controllo e repressione nel Cassinate.

“Gli italiani – ha detto Gasparri – chiedono maggiore sicurezza e la soppressione o accorpamenti di presidi importantissimi, come il Distaccamento della Polizia Stradale di Cassino, in un territorio ad alto rischio, non è certo la strada giusta per dare ai nostri cittadini più sicurezza e tranquillità sociale”

“Il nostro terriotrio – spiega l’On. Abbbruzzese – è il crocevia delle principali direttrici viarie del centro Italia; Roma-Napoli (A1 e SS Casilina) che si intersecano con le trasversali provenienti dal Molise e dall’Abbruzzo verso il Pontino.

Un nodo strategico che solo la presenza del Distaccamento della PS di Cassino, anche con il contributo delle altre Forze dell’Ordine, riesce a presidiare con quotidiani e continui servizi di pattugliamento che fungono da deterrente per il movimento di persone malavitose e per lo scambio di merci di illecita provenienza o di sostanze stupefacenti.

L’accorpamento del Distaccamento sarebbe un pericoloso allentamento delle maglie della pubblica sicurezza sulle strade”.

Per il coordinatore provinciale azzurro Pasquale Ciacciarelli, ritiene che “l’accorpamento non arrecherebbe i previsti risparmi tangibili perche la sede attuale del Distaccamento è congiunta con quella del Commissariato per cui non sarebbe separabile se non con il pagamento di esose penali; inoltre l’attuale sede della Sottosezione dell’Ai non è in grado di accogliere anche il personale proveniente dal Distaccamento.

Inoltre appare poco lungimirante depauperare il servizio della Polizia sulle strade provinciali in un territorio sede di Tribunale e recentemente potenziato con la competenza anche dei comuni del Pontino”.