Pignataro Interamna – Dipendenti comunali senza stipendio

Dipendenti comunali senza stipendio.

Il ventisette del mese – giorno di paga per gli statali – è passato e non ha lasciato nulla sul conto del personale del Comune di Pignataro Interamna.

Quella che già da qualche giorno prima era una “voce” sempre più insistente si è rivelata una triste verità: non ci sono soldi per pagare gli stipendi.

Una situazione che si ripete uguale a un anno fa: anche il 27 gennaio 2017 fu nero per il personale del palazzo municipale, perché la tesoreria comunale comunicò l’assenza di disponibilità di cassa per pagare gli stipendi.

Preoccupatissimi i dipendenti, allarmati i cittadini che presto potrebbero vedere interrotti alcuni importanti servizi pubblici. Innanzitutto la raccolta dei rifiuti, e non sarebbe la prima volta: come si ricorderà, l’unione intercomunale “Cinquecittà” ha già mostrato la sua forza nei mesi scorsi, quando interruppe il servizio a seguito del credito accumulato nei confronti dell’Amministrazione di Pignataro Interamna.

Insomma, tutto fa pensare che il Comune sia verso il crac. A meno che, come l’altra volta, il commissario prefettizio, dottor Ernesto Raio, non riesca a trovare un’altra soluzione “tampone”. Certo, però, è facile immaginare che tra i primi atti del prossimo sindaco che sarà eletto in primavera potrebbe esserci la dichiarazione di dissesto finanziario dell’ente. Sempre che non sia costretto a farlo prima lo stesso Raio.

Sulla vicenda è intanto intervenuto Benedetto Murro, già capogruppo di minoranza e quasi sicuro prossimo candidato alle amministrative: “Esprimiamo intanto la lassima solidarietà verso i dipendenti comunali che, per la seconda volta, devono subire in prima persona le conseguenze di una situazione finanziaria tragica oltre l’immaginabile. Sono eventi che siamo abituati a vedere nel settore privato, molto raramente nel settore pubblico accade una cosa simile, e anche in questo il nostro piccolo comune riesce ad emergere su tutti gli altri. Ci auguriamo che il commissario, i sindacati e tutti quelli che hanno un ruolo in questa vicenda possano al più presto trovare soluzioni che garantiscano gli stipendi dei lavoratori. Noi restiamo ovviamente a disposizione per ogni gesto utile a risolvere la vicenda”.
Romina D’Aniello

Post Author: redazione