A spasso per i vicoli di Vallemaio il 30 giugno e il primo luglio

Fervono i preparativi per la sagra della laina e fasuri che si terrà il 30 giugno e il primo luglio a Vallemaio. La manifestazione comprende anche un percorso che si dipana da piazza Umberto I fino al castello e al museo delle Ombre, tra artisti sconosciuti ma spesso di alto livello.

Encomiabile il lavoro dell’associazione pro loco, presieduta da Marcello Fortuna, che, insieme all’Amministrazione comunale, si avvale della collaborazione della XIX Comunità montana di Esperia, delle attività economiche e delle associazioni del paese e del patrocinio della Regione Lazio, dell’Unione delle Pro loco e di Lazio Eterna Scoperta.

Nutrito il programma della due giorni. L’apertura è fissata il 30 giugno alle 19,00: in serata saranno a disposizione una mostra serigrafica sulla storia dell’antica Vallefredda (questo il nome del paese un tempo), una mostra di antichi sapori dei monti Aurunci a cura delle pro loco di Vallemaio, Castelnuovo, Coreno, Esperia. Alle 21,00 spettacolo dei “Salta pizzica”. Domenica primo luglio ancora si cambia musica: con “Sognando Augusto” saranno riproposte le canzoni dei Nomadi. Alle 23,00 estrazione della lotteria a premi.

In entrambe le serate, saranno attivi stand gastronomici di prodotti tipici: innanzitutto la laina e fasuri (pasta fatta in casa e fagioli) con cannellini dop di Atina, ma anche gnocchi, pizze fritte, marzoline, salumi e formaggi, arrosticini, carni alla brace, piadine, birra e vini doc, igt e locali. Sarà inoltre aperto al pubblico il museo delle ombre del maestro Vincenzo Bianchi dedicato a Borges nella ex chiesa del SS. Rosario. Si potranno seguire visite guidate della chiesa dell’Annunziata con le splendide reggiole e il trittico che la rendono monumento nazionale, dei ruderi della ex chiesa di S. Tommaso e del castello, di recente restaurati.

Romina D’Aniello

Post Author: redazione